Scala di classificazione della merda (1° parte)

Scala di classificazione della merda (1° parte)

Approvata e verificata in più di 50 paesi dal Sistema Internazionale

La scala utilizza tre cifre intere, dall’1 al 10, per identificare rispettivamente:

  • Quantità;
  • Consistenza;
  • Odore.

Inoltre sono state aggiunte delle sigle integrative per descrivere qualità aggiuntive della cagata.
Vediamo riportati nella griglia di seguito i criteri per la suddetta classificazione.classificazione merda

  1. Quantità infima o nulla. Talvolta non è nemmeno presente materia ma solo aria.
  2. Quantità minima di materia, equivalente ad una supposta.
  3. Quantità poco soddisfacente. L’equivalente di due castagne.
  4. Quantità moderata, equivalente ad singolo un plum-cake.
  5. Quantità normale, un classico stronzo.
  6. Quantità modesta, equivalente a due plum-cake.
  7. Quantità elevata, è un piacere cagarla, ma il peso comincia ad essere sostanzioso.
  8. Quantità decisamente abbondante, richiede diversi minuti per tutta l’espulsione e il peso si aggira sui 400 grammi.
  9. Quantità esagerata, la defecazione comincia ad essere stremante. Consigliata l’espulsione in due ondate.
  10. Quantità terrificante. Difficile farla tutta e potrebbe provocare dolore al buco del culo.

REGOLA FONDAMENTALE PER L’UTILIZZO: Perchè questa scala sia usata nel modo corretto, va usata con onestà e criterio, non per vantarsi con gli amichetti. Sii sempre onesto con la merda e lei lo sarà sempre con te.