Holy Smoke


I deboli raggi di un sole al tramonto tingevano di cremisi il calice di Martini Dry sul tavolo dell’Hersey’s Bar affacciato sulla piazzetta, a quell’ora insolitamente silente, quando il sesto rintocco dell’orologio in contemporanea alle campane della chiesa destarono Thomas Adell che, in quel mentre, era preso da una partita a burraco con Jordan Bully.
“Cribbio Jordan” disse Thomas indossando il blazer blu in frescolana Brioni mentre si alzava dalla sedia “mi sovviene che devo recarmi alla funzione in memoria del mio defunto padre e, pertanto, mi vedo costretto, mio malgrado, ad interrompere qui la partita”.
Inforcati i Persol da sole vintage, si rivolse al barman Ralph Hersey con un sussiegoso cenno di mettere tutto sul suo conto e finì il Martini Dry con una frettolosa sorsata. Le loafer Tricker’s con le nappe in camoscio stavano già calpestando i ciottoli della piazza quando lanciò un’occhiata alla Jaguar E-Type d’epoca verde con gli interni crema parcheggiata al suo fianco ma, considerata la vicinanza alla chiesa, decise di fare 2 passi e si accese distrattamente una John Player Spacial light con uno scintillante Dupont in oro.
Non essendo un assiduo frequentatore della chiesa, Thomas si posizionò sul fondo della navata con fare quasi spaesato, rimanendo in piedi e un po’ in disparte in attesa che la funzione avesse inizio. holy smoke
Il pastore Kasper Cascella, figlio di immigrati italiani convertiti al luteranesimo, all’insolita vista di Thomas, gli si fece incontro con un sorriso ospitale e, avvicinatosi, gli sussurrò “ Thomas, sono davvero molto lieto di vederti. Mi permetto, però, di segnalarti che, essendo nella casa di nostro Signore, sarebbe opportuno che spegnessi la sigaretta” 
Thomas, dopo un attimo di imbarazzata esitazione, replicò, con la sua proverbiale eleganza, indicando il crocefisso in fondo alla chiesa “Egregio Reverendo, chiedo venia, ma teme, per caso, che le emissioni di questa sigaretta possano cagionare a nostro Signore qualche sussulto di tosse?”
Il Pastore Cascella, disorientato dalla risposta, si incamminò verso l’altare per dare avvio alla funzione mentre Thomas, dopo aver spento la sigaretta sul fermasoldi in oro di Cartier, la riponeva nel taschino della giacca da cui fuoriusciva la pochette di Hermès.

di Guz

Condividi

share on facebook share on twitter